Che cavolo dici?

Come parlare ai bambini di amore e cicogne

Bella storia quella dei cavoli e delle cicogne… ma siamo sicuri che i nostri bambini vogliano sentirsela raccontare?
Il bambino che domanda sulla sessualità è pronto ad avere delle risposte che in fondo già conosce. Ma come parlare di un argomento che tanto ci imbarazza?

La voce che trema e il viso paonazzo sono degli importanti segnali per il nostro bambino, così come il silenzio e le risposte affrettate; se di un argomento non si parla, questo viene connotato di significati negativi: vorrà dire che diventerà, agli occhi del bambino, un argomento sbagliato, cattivo, sporco, che influenzerà il suo sviluppo successivo.

Ma i nostri bambini hanno bisogno di diventare adulti, e lo devono fare non solo nel corpo, ma anche nella mente e nel cuore. Per questo abbiamo pensato ad incontri itineranti di educazione all’educazione, rivolti ai genitori, agli insegnanti, e a tutti coloro che ogni giorno si confrontano con il mondo dei più piccoli, un mondo pieno di curiosità e di perché, spesso imbarazzanti ma mai insignificanti!!

 

Come parlare di amore e cicogne?Incontro con mamme e papà, Calimera (LE), 12 dicembre.

Pubblicato da Sessuologia 3.0 su Giovedì 8 dicembre 2016